campo morfogenetico

CAMPO MORFOGENETICO


Rupert Sheldrake, biologo e saggista, negli anni 1981/88 elaborò la teoria sul campo morfogenetico che descrisse nel libro  “A New Science of Life” .

 Attraverso i suoi esperimenti Sheldrake  desiderava verificare se era possibile, sulla
base dei suoi singoli elementi, prevedere il comportamento di un sistema complesso composto da più parti.

Sheldrake individuò la presenza di una forza
invisibile presente nel sistema, che non era identificata con uno dei suoi componenti, ma bensì con il sistema stesso.

Questa forza chiamata campo
morfico di risonanza
era responsabile dell’organizzazione, della
struttura e della forma del sistema e aveva una sua memoria determinata dal
contributo di ogni singolo elemento che la componeva.

Sheldrake postulò:

* la determinazione di una
struttura dipende da un campo esterno di influenza associato al processo di
formazione della struttura stessa. Questo
cosiddetto campo morfogenetico porta con sé il “programma”, per così dire, del
processo di formazione.

* Non esiste un unico campo
morfogenetico, ma  ogni sistema contiene
in se altri sottosistemi, Ovvero:  i campi degli individui sono incorporati
in quelli della specie, e campi di aspetti diversi di un individuo
interagiscono. La loro interazione dà origine ad altri campi.  Tutti i  campi formano quello che si potrebbe descrivere
come un continuum.  Gli organismi, alla
cui formazione presiedono, si evolvono, hanno una storia e grazie al processo
di risonanza morfico contengono in sé delle memorie. Ogni individuo facente
parte di una specie attinge alle sue memorie collettive,  si sintonizza con i suoi membri passati e a
sua volta contribuisce allo sviluppo del futuro della specie stessa.

*i campi morfogenetici fanno parte di una famiglia di campi morfici, già noti alla fisica,che sono memorie d’influenza all’interno dello SPAZIO-TEMPO, localizzati dentro e intorno ai sistemi che organizzano e strutturano con le loro informazioni. Quindi si può dire che comprendano in se le varie parti dei sistemi che ordinano.

guarda questo video